‘Itadakimasu’ è una frase essenziale in Giapponese. Si può tradurre letteralmente come ‘ricevo umilmente (…)’, ma a tavola questa espressione è comparata a ‘grazie per il pasto’. Le radici di questa parola sono antiche, anche se è solo una recente tradizione quella di usarla prima di mangiare.

Preparati ad approfondire la storia, il significato e la filosofia di itadakimasu in questo articolo. 🙂

IL SIGNIFICATO DI ITADAKIMASU

Nella sua forma più semplice, itadakimasu è usato prima di ricevere qualcosa.

E’ per questo che la traduzione più comune è questa:

頂きます(いただきます)

ricevere; ottenere; accettare; prendere

Itadakimasu ha origine dal Buddismo, che insegna tradizionalmente il rispetto per tutti gli esseri viventi.

Questo modo di pensare viene applicato quindi anche prima del pasto, per ringraziare con questo gesto le piante, gli animali, e tutti coloro che hanno contribuito alla lavorazione e alla preparazione di ciò che si mangia.

Ci sono due modi per scrivere Itadaku:

  1. 頂く
  2. 戴く

Tutti e due vengono utilizzati, ma il primo è più comune.

PRONUNCIA DI ITADAKIMASU

La pronuncia di Itakadakimasu è semplice: l’accento è posto sull’ultima A (itadakimàsu) è opportuno quindi soffermarsi un attimo in più su quella consonante quando si dice questa parola. La u non è pronunciata o pronunciata molto lievemente (itatakimàs)

UTILIZZARE ITADAKIMASU

Dire itadakimasu prima di mangiare è una parte fondamentale dell’etiquette giapponese, quindi è altrettanto importante farlo bene. Spesso tutte le persone presenti a tavola dicono la parola insieme, ma è anche comune che ognuno la dica individualmente.

Ci sono quattro semplici step in tutto questo:

  1. Unire i palmi delle mani
  2. Dire Itadakimasu
  3. Inchinarsi leggermente
  4. Prendere le bacchette e cominciare a mangiare.

OLTRE ALLA TRADIZIONE

Come abbiamo detto prima, itadakimasu significa ‘Ricevo’, o ‘accetto’. Ma questa modo di dire viene utilizzato solo in specifiche situazioni. La regola generale è che

Puoi utilizzare Itadakimasu quando ti viene offerto qualcosa di materiale: è un modo per dire ‘Lo prendo’ con gentilezza.

Può essere un regalo come un videogioco, un libro, un souvernir, insomma qualsiasi cosa di fisico.

Un tipico esempio può essere questo:

このサラダいりますか?

Vuoi questa insalata?

B: そうですね。いただきます。ありがとうございます。

Certo. La prendo. Grazie.

Attenzione: Non utilizzare itadakimasu per ringraziare per aver ricevuto cose ‘non fisiche’ (ad esempio un’opportunità, un abbraccio, un consiglio, ecc…).

Tuttavia puoi utilizzarlo per chiedere di ricevere cose non fisiche.

USO SBAGLIATO:

  • あなたのアドバイスをいただきたいんです。
  • Vorrei un tuo consiglio

USO CORRETTO:

  • アドバイスをいただけませんか?
  • Posso avere un tuo consiglio?

Sii consapevole della formalità di questa parola.

Infatti, è’ una versione più formale del sinonimo 貰う(もらう)

Ma se non si usa la forma gentile, questi due verbi sono sullo stesso piano.

Qui la formalità della frase è simile:

  • いただく。
  • もらう。

Qui invece è più formale itadakimasu rispetto a moraimasu:

  • いただきます。
  • もらいます

UNIRE LE MANI (oppure no?)

Anche se dire ‘itadakimasu’ prima del pasto è una tradizione, non tutto il Giappone lo fa allo stesso modo:

  • Il 64% dei giapponesi unisce le mani quando dice itadakimasu
  • Il 28% dice itadakimasu senza unire le mani
  • L’ 1% unisce le mani senza dire itadakimasu
  • Il 6,3% non fa nulla

Se decidete di unire le mani in molte occasioni non sbaglierete 🙂