Spesso i libri di giapponese non ci aiutano ad apprendere nuovi vocaboli.

Il più delle volte, li impariamo con la trattazione degli ideogrammi o di alcune regole grammaticali. (ad esempio è inevitabile imparare qualche aggettivo quando vengono spiegati gli aggettivi grammaticalmente parlando).

Per questo ho fatto alcune ricerche e ho creato questo articolo per aiutare tutti voi studenti a imparare nuovi, semplici parole per costruire il vostro vocabolario di giapponese… Partendo da una cosa che prima o poi ci ha appassionato tutti… Gli anime dello Studio Ghibli.

Studiare questi meravigliose opere di animazione potrà rendere il processo di apprendimento più divertente. Questa mini-guida ha quindi lo scopo di insegnarti le parole che aumenteranno la tua comprensione dei film dello Studio Ghibli.

Le parole sono organizzate secondo i film in cui possono essere trovate. Per ogni film, c’è una differente categoria di parole su cui focalizzarsi durante la visione. Per esempio, in il mio vicino Totoroci focalizziamo sui nomi. In questo modo ti puoi concentrare su un singolo aspetto alla volta mentre ascolti i dialoghi, invece di provare a imparare tutto in una volta.

Per utilizzare questa mini guida ti consiglio di:

  • Leggere almeno una volta le parole del film che scegli e provare a ricordare più parole che puoi.
  • Mentre guardi il film, ascolta le parole che hai appena imparato e guarda quanti ne riconosci.

Una volta che li riconosci, rimarrai sorpreso di quante volte le incontrerai guardando altri anime, drama e film.

Ti avviso che tutte le parole che troverai nel Dizionario Ghibli sono scritte in hiragana/katakana/kanji. Non incontrarai i  romaji! Questo perché i romaji non ti aiutano a imparare il giapponese, anzi, ritardano il tuo apprendimento ed è sempre bene non usarli, perché sarà più difficile per te leggere il ‘vero giapponese’ dopo.

Le parole sono elencate in ordine cronologico rispetto a come appaiono nel film, così in generale puoi avere un’idea di dove le trovi.

Cominciamo? 🙂

NOMI: IL MIO VICINO TOTORO となりのトトロ

Il mio vicino totoro è una semplice storia di due giovani sorelle che si trasferiscono in una casa di campagna con il padre, mentre la madre è ricoverata in un ospedale vicino alla nuova casa. Le due bambine incontrano questo buffo essere di nome Totoro, che le aiuta con la sua misteriosa gentilezza a relazionarsi con la preoccupazione per la malattia della mamma.

Il linguaggio in questo film è molto semplice proprio perché le protagoniste dei dialoghi sono queste due bambine. Se vuoi cominciare a togliere i sottotitoli, questo è un buon film con cui iniziare.

Cominciamo imparando alcuni nomi per le persone, che sono molto ripetute. A volte le parole per indicare i membri della famiglia sono dette senza gli onorifici お (a inizio parola) e さん (a fine parola), e al loro posto c’è ちゃん. Il significato non cambia ma nel primo caso la parla è più formale.

 父(とう)さん = Padre

 母(かあ)さん = Madre

 姉(ねえ)さん = Sorella maggiore

妹(いもうと) = Sorella minore

おばあちゃん = Nonna, signora più grande.

 = Io

みんな = tutti

 先生 = Insegnante, medico.

子供(こども) = bambino

あなた = Tu (formale)

おまえ = Tu (informale)

バカ = persona stupida

女(おんな)の 子(こ) = ragazza

 

ALTRI NOMI

 家(うち) = casa.

家(いえ) = casa (ha lo stesso significato della parola sopra, ma la pronuncia è diversa)

 化(ば)け = fantasma

 化(ば)け 屋敷(やしき) = casa infestata

木(き) = albero

クスノキ = albero di Canfora.

リス = scoiattolo

ネズミ = topo

水(みず) = acqua

道(みち) = strada

 弁当(べんとう) = obento

庭(にわ) = giardino

傘(かさ) = ombrello

バス = bus

猫(ねこ) = gatto

夢(ゆめ) = sogno

電報(でんぽう) = telegramma

病院(びょういん) = ospedale

風邪(かぜ) = raffreddore

迷子(まいご) = bambino disperso

AGGETTIVI: LA CITTA’ INCANTATA 千と千尋の神隠し

La città incantata è il l’opera di animazione più famosa dello Studio Ghibli. E’ un’affascinante storia di una ragazzina di 10 anni che, con i suoi genitori, entra in un villaggio di spiriti. I suoi genitori si trasformano in maiali e lei si trova costretta a lavorare nelle terme di questo villaggio incantato.

In giapponese ci sono due tipologie di aggettivi: Gli aggettivi in -i い e gli aggettivi in -na な.

GLI AGGETTIVI IN い

いい = buono

悪(わる)い = brutto

青(あお)い = blu

近(ちか)い = vicino

柔(やわ)らかい = morbido

小(ちい)さい = piccolo

どんくさい = lento

うるさい = rumoroso

汚(きたな)い = sporco

強(つよ)い = forte

うまい = delizioso (per il cibo), abile/capace (riferito a persone)

早(はや)い = presto, veloce

遅(おそ)い = lento

新(あたら)しい = nuovo

忙(いそが)しい = impegnato

おかしい = strano

美味(おい)しい = delizioso

珍(めずら)しい = raro, inusuale

優(やさ)しい = gentile

苦(くる)しい = doloroso

嬉(うれ)しい = felice

AGGETTIVI IN な

きれいな = bello, pulito

うまそうな = di bell’aspetto

バカな = stupido

贅沢(ぜいたく)な = stravagante

余計(よけいな)な = non necessario

大切(たいせつ)な = prezioso

大事(だいじ)な = importante

生意気(なまいき)な = impertinente

変(へん)な = strano

NAUSICAA DELLA VALLE DEL VENTO 風の谷のナウシカ

 

Il film ha come protagonista Nausicaa, giovane principessa della Valle del vento, che che si scontra con Tolmechia, un regno che cerca di riportare in funzione un’antica arma per spazzare via una giungla tossica popolata da insetti giganti. Nausicaä dovrà cercare di fermare i tolmechiani dall’irritare queste creature

Questo film è pieno di suspance, momenti di grande pressione emotiva, scontri per la guerra in atto: questo significa che i dialoghi sono pieno di ordini impartiti, di imperativi.

Il linguaggio è un po’ arcaico, ma questo film costituisce un buon materiale per studiare la forma verbale dell’imperativo, quindi per il momento ci concentreremo lì.

急(いそ)いで= sbrigati

引(ひ)け = spingi

出(で)ろ = esci fuori

早(はや)くしろ = fallo presto

待(ま)て = aspetta

来(こ)い = vieni

見(み)ろ = guarda

動(うご)くな = non muoverti

落(お)ち 着(つ)け = calmati

やめろ = fermati

聞(き)け = ascolta

捨(す)てろ = buttalo via

言(い)え = dillo

どけ = togliti di mezzo

離(はな)せ = lascia andare

放(はな)せ = lascia lui/lei/loro

行(い)け = vai

逃(に)げろ = scappa via

待(ま)って = aspetta

聞(き)て = ascolta

どいて = levati

教(おし)えて = dimmi

やめて = fermati

見(み)て = guarda

FORMA -NASAI

Alcuni comandi vengono dati nella forma -なさい, che è una forma più morbida dell’imperativo. Bisognerebbe usarla solo con persone più giovani o che hanno un più basso livello nella gerarchia sociale. I genitori spesso usano questa forma con i loro figli.

なさい = guarda

渡(わた)しなさい = consegnalo

捨(す)てなさい = buttalo via

 

I SOSPIRI DEL CUORE 耳をすませば

La storia parla di Shizuku e Seiji, due ragazzi che possiedono entrambi un sogno: rispettivamente diventare una scrittrice di romanzi e perfezionarsi nel suonare e costruire violini. Con forza di volontà e supportandosi a vicenda, i due intraprendono la strada per realizzare i propri obiettivi, finendo per avvicinarsi sempre di più.

Questa è una buona pellicola per imparare il giapponese perché la lingua è molto realistica. Quindi questa volta ci focalizziamo su delle parole molto generali che possono avere vari usi, che si chiamano nimoji jokugo! I nimoji jokugo sono parole formate dalla combinazione di due ideogrammi, i cui significati si combinano per farne uno nuovo.

時間(じかん) = tempo

明日(あした) = domani

今日(きょう) = oggi

昨日(きのう) = ieri

毎日(まいにち) = ogni giorno

午後(ごご) = pomeriggio

午前 (ごぜん) = mattina

最後(さいご) = ultimo

最初(さいしょ) = primo

瞬間(しゅんかん) = momento

AZIONI

遅刻(ちこく) = ritardo

勉強(べんきょう) = studio

応援(おうえん) = supporto

安心(あんしん) = sollievo, pace

説明(せつめい) = spiegazione

返事(へんじ) = risposta

仕事(しごと) = lavoro

期待(きたい) = anticipazione, aspettativa

約束(やくそく) = promessa

 

COSE E PERSONE

人形(にんぎょう) = bambola

時計(とけい) = orologio

職人(しょくにん) = artigiano

宝物(たからもの) = tesoro

魔法(まほう) = magia

進路(しんろ) = corso (corso del futuro)

才能(さいのう) = talento. Spesso usato come才能がある che significa ‘avere talento’, ‘essere talentuoso’

読者(どくしゃ) = lettore

 

ALTRO…

元気= salute

一緒(いっしょ) = insieme.

本当(ほんとう) = verità

自信(じしん) = sicurezza

素敵(すてき) = fantastico,ottimo

全然(ぜんぜん) = non del tutto

全部(ぜんぶ) = tutto

平気(へいき) = okay, indifferente

上手(じょうず) = abile

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile per aggiungere parole al tuo vocabolario giapponese.

Dopo aver studiato questi anime, inizierai a riconoscere le parole e la struttura dei dialoghi. Una volta che riesci a riconoscerle, seguirà in modo naturale la comprensione di ciò che viene detto.

Le opere di animazione e i film sono un ottima risorsa per imparare i vocaboli, ma senza un metodo preciso, può risultare poco efficace la visione di questo materiale.

Se hai piacere condividi la tua esperienza di studio con gli anime dello Studio Ghibli nei commenti, mi farà molto piacere leggere il tuo feedback. 🙂

Fonte:

Tofugu

NB: la maggior parte delle immagini presenti in questa pagina sono di creazione e proprietà dello studio Ghibli